1. Prodotti e servizi
  2. Macchine - HomeComfort
  3. Umidificazione
  4. Umidità dell'aria: protezione della salute naturale e igiene per l'aria ambiente

Umidità dell'aria: protezione della salute naturale e igiene per l'aria ambiente

Un livello dell'umidità relativa compreso tra il 40 e il 60% abbassa il rischio di un'infezione da goccioline

Un'aria ambiente perfettamente umidificata protegge voi, la vostra famiglia e i vostri collaboratori sul posto di lavoro da virus patogeni, rafforzando allo stesso tempo i meccanismi naturali del sistema immunitario: la nostra arma più potente contro i virus e i germi patogeni presenti nell'aria che respiriamo. Di seguito scoprirete tutto quello che c'è da sapere su come utilizzare un umidificatore d'aria per ridurre significativamente il rischio di infezione da goccioline (in tempi di epidemie e pandemie dilaganti si tratta del tipo di infezione più frequente nelle malattie infettive virali influenzali e di altro tipo).

L'aria ambiente perfettamente umidificata uccide i virus

Gli starnuti sono contagiosi e possono risultare problematici sotto vari aspetti. Se una persona infetta starnutisce o tossisce in un ambiente chiuso, migliaia di goccioline di germi infettive vengono espulse nell'aria ambiente in un modo simile a un'esplosione e talvolta vi rimangono a lungo, sotto forma di sostanze sospese altamente contagiose. Tali goccioline di germi, note anche come aerosol, formano un conglomerato di agenti patogeni specifici, acqua e sali, la cui capacità di sopravvivenza nell'aria ambiente è determinata in modo decisivo dal livello di umidità prevalente.

Secondo il „New England Journal of Medicine“, alcuni scienziati hanno condotto degli studi per scoprire per quanto tempo il nuovo SARS-CoV-2 può sopravvivere al di fuori del corpo ospite. La presenza del SARS-CoV-2 sotto forma di goccioline di germi (aerosol) è stata rilevata per più di 3 ore, mentre su diverse superfici il tempo di dimezzamento può arrivare addirittura a 72 ore.

Livello di umidità dell'aria relativa compresa tra il 40 e il 60%: i virus muoiono in pochi secondi

Se gli agenti patogeni vengono espulsi tramite colpi di tosse o starnuti da una persona infetta in un'aria ambiente perfettamente umidificata, con un livello di umidità relativa del 40-60%, la concentrazione salina all'interno della goccia si trasforma e fa sì che l'agente patogeno venga ucciso immediatamente dopo il contatto con l'aria.

La durata in cui una gocciolina di germi rimane sospesa e infettiva viene ridotta a pochi secondi, così anche il rischio di contagio diventa più basso!

Livello di umidità dell'aria relativa < 40%: i germi vengono conservati e mantengono la propria capacità infettiva più a lungo

L'aria ambiente troppo secca, con un livello di umidità relativa inferiore al 40%, ha invece l'effetto esattamente opposto. Le goccioline espulse con un colpo di tosse o uno starnuto evaporano, ma i sali cristallizzati conservano l'agente patogeno vero e proprio.

L'aerosol, reso più piccolo dall'essiccazione, rimane sospeso nell'aria ambiente per molte ore e per tutto questo lasso di tempo rimane altamente contagioso!


Effetti dell'umidità dell'aria sul grado di infettività dei virus

Non è raro ricevere sguardi di disapprovazione quando si tossisce o si starnutisce in ambienti chiusi, anche a una distanza di diversi metri. Il timore di un possibile contagio spesso supera le conoscenze relative al rapporto tra l'umidità dell'aria ambiente e al livello di infettività dei germi. Di seguito scoprirete come ridurre al minimo i rischi di un'infezione da goccioline negli ambienti chiusi con un'umidità dell'aria ottimale. Le goccioline di germi vengono rilasciate nell'aria ambiente attraverso le vie respiratorie delle persone infette quando starnutiscono o tossiscono e, durante il lasso di tempo in cui restano sospese, possono infettare le persone presenti, che inalano la particella di aerosol. L'importante non è sapere "se", ma "per quanto tempo" il germe è infettivo! Infatti l'umidità dell'aria ambiente determina in modo decisivo la capacità di sopravvivenza e il comportamento di sospensione degli aerosol!

L'aria secca (umidità relativa compresa tra lo 0 e il 39%) conserva a lungo la capacità infettiva dei virus

Un'aria ambiente troppo secca, con un'umidità relativa compresa nell'intervallo tra lo 0 e il 39%, aumenta il rischio di contagio attraverso gli aerosol trasportati nell'aria.

  • Periodo di sospensione nell'aria prolungato
  • Gli agenti patogeni nell'aerosol vengono conservati grazie ai sali cristallizzati
  • Gli agenti patogeni mantengono il loro grado di infettività nell'aria ambiente

L'aria perfettamente umidificata (40-60% di umidità relativa) uccide i virus.

Un'umidità dell'aria compresa tra il 40 e il 60% di umidità relativa rappresenta un ambiente estremamente sfavorevole per gli agenti patogeni e riduce al minimo il rischio di infezione!

  • Periodo di sospensione nell'aria ridotto
  • Gli agenti patogeni nell'aerosol vengono uccisi da una concentrazione salina maggiore
  • Gli agenti patogeni vengono uccisi nell'aria ambiente

L'aria troppo umida (umidità relativa compresa tra il 60 e il 100%) conserva la capacità infettiva dei virus

Un'aria ambiente troppo umida, con un'umidità relativa compresa tra il 60 e il 100%, rende gli aerosol inerti, ma non influisce sulla loro infettività.

  • Periodo di sospensione nell'aria ridotto
  • Volume e peso dell'aerosol maggiori
  • Gli agenti patogeni mantengono il loro grado di infettività nell'aria ambiente

Aria ambiente perfettamente umidificata: un toccasana per il sistema immunitario

Il corpo umano non è completamente indifeso contro virus e batteri. I meccanismi di protezione sofisticati delle vie respiratorie sono un pilastro centrale delle difese dell'organismo e, in condizioni di umidificazione ottimale delle mucose nasali e faringee, garantiscono una protezione efficace contro gli agenti patogeni presenti nell'aria che respiriamo. Se invece l'aria ambiente troppo secca ostacola l'efficacia di questi meccanismi di protezione, i germi patogeni riescono a entrare nell'organismo quasi senza difficoltà.

L'umidità è il carburante delle difese immunitarie del corpo umano

Questo lo sappiamo tutti! L'aria ambiente e del riscaldamento troppo secca irrita le mucose sensibili del naso e della faringe, provoca tosse, raucedine e "prosciuga" il nostro sistema immunitario nel vero senso della parola. Ciò, a sua volta, aumenta il rischio di infezioni provocate da germi e virus patogeni. Ma perché?

La mucosa delle nostre vie respiratorie svolge un ruolo fondamentale nella protezione contro virus e batteri. Durante ciascuno dei nostri circa 20.000 respiri al giorno, filtra i più piccoli agenti patogeni (batteri, funghi o virus) dall'aria, impedendo così che questi germi dannosi entrino nell'organismo.

Le mucose umide sono uno scudo di protezione contro i germi patogeni

La mucosa delle vie respiratorie è composta da un tessuto epiteliale celiato, che possiamo immaginare come un vero e proprio tappeto formato da milioni di piccole ciglia mobili. Tra queste ciglia, le cellule caliciformi mucipare producono continuamente un muco acquoso che ricopre l'intero tappeto cellulare per proteggerlo e mantenerlo permanentemente umido. In questo strato protettivo, le ciglia compiono fino a 1.000 movimenti ondulatori al minuto nella direzione della faringe e fungono allo stesso tempo da "nastro trasportatore" per i virus e i batteri che aderiscono alle mucose. Anche le microparticelle più piccole rimangono intrappolate in questo ambiente umido, per poi essere inghiottite con il muco e uccise.

Con un'aria ambiente troppo secca, il meccanismo di protezione naturale si blocca

L'aria ambiente troppo secca sottrae alla mucosa la quantità d'acqua necessaria, facendo sì che lo strato di muco, precedentemente protettivo, diventi duro e perda la propria adesività. Gli agenti patogeni infettivi non rimangono più intrappolati e possono entrare senza difficoltà nell'organismo. Allo stesso tempo, con l'aria sempre più secca, anche il nastro trasportatore delle ciglia si arresta. A quel punto il corpo è quasi completamente indifeso contro i germi e gli agenti patogeni che penetrano all'interno.


Gli umidificatori sono una protezione efficace contro le infezioni

Con un valore di umidità relativa dell'aria costantemente compreso tra 40 e 60% il sistema di difesa del vostro organismo gode delle condizioni ottimali per far funzionare al meglio le difese immunitarie delle mucose! Trotec offre un umidificatore adatto per ogni esigenza: in termini di dimensioni del locale, impieghi e gusti personali.

Con il loro controllo a igrostato, gli umidificatori Trotec offrono in modalità completamente automatica un'umidità dell'aria ambiente salutare, con umidità relativa compresa tra il 40 e il 60%. Molti apparecchi non richiedono neppure un rabbocco dell'acqua: i umidificatori comfort sono dotati di allacciamento fisso dell'acqua.

Possibili applicazioni per i nostri umidificatori

  • Aria sana e priva di virus nelle case di riposo e di cura

    Bruciori alla gola, prurito agli occhi, mucose irritate, stanchezza, pelle ruvida: sono tutti segni tipici che c’è qualcosa che non va nell’aria ambiente. Spesso la colpa è da imputare a un clima interno troppo secco. Questi e altri sintomi compaiono sempre più di frequente soprattutto nella stagione in cui si accendono i riscaldamenti; lo stesso dicasi per le infezioni di origine influenzale e i...

    Ulteriori informazioni
  • Umidificazione dell'aria negli asili e nelle scuole

    Nulla è più determinante per la salute dell'aria che respiriamo giornalmente. Questo vale soprattutto per i nostri bambini, che vanno tutti i giorni a scuola e al doposcuola. Proprio in questi ambienti è necessario fare la massima attenzione alle migliori condizioni igieniche possibili e a un'aria fresca, perché l'aria ambientale secca espone i piccoli a maggiori rischi di malattie e riduce...

    Ulteriori informazioni
  • Umidificazione dell’aria nel magazzino dell’impiallacciatura

    Con la produzione dell’impiallacciatura è necessario essere particolarmente cauti. In particolare nelle aree dei magazzini dove predomina particolarmente l’aria secca, è necessario fare attenzione. Infatti: Se la piastra da impiallacciatura si secca, tende a creparsi e a rompersi. Per impedire i costosi danni da essiccazione, il magazzino deve essere ben attrezzato – con un sistema di...

    Ulteriori informazioni
  • Umidificazione dell’aria nel magazzino degli strumenti

    Legni pregiati, feltri, colle fini e vernici: Gli strumenti musicali di norma vengono prodotti con materiali sensibili che conferiscono loro dei suoni speciali e la relativa risonanza. Quindi, proprio nello stoccaggio di questi preziosi strumenti, non si deve mai dimenticare: una protezione ottimale e la manutenzione. Questo vale soprattutto per gli strumenti musicali che sono stati costruiti...

    Ulteriori informazioni
  • Umidificazione dell'aria nelle serre

    Le temperature calde e un'umidità elevata dell'aria sono la cosa più importante di cui hanno bisogno le piante tropicali e sub-tropicali, se devono crescere in modo veloce e rigoglioso. Anche le colture di funghi amano il caldo e l'umidità. Un innaffiamento regolare non basta, perché la gran parte delle piante esotiche assorbe l'acqua tramite l'aria ambientale. Per creare questo clima particolare,...

    Ulteriori informazioni
  • Umidificazione dell'aria nelle sale server

    Una tecnica che lavora in modo affidabile è il criterio più importante per i clienti collegati a un centro di calcolo. Una sala server propria è praticamente il cuore pulsante di una ditta e di conseguenza, lì la tecnica deve funzionare in modo duraturo e senza intoppi. I dispositivi IT devono trovarsi in condizioni perfette. Per questo, nei centri di calcolo e nelle sale server è necessario che...

    Ulteriori informazioni