1. Applicazioni
  2. Depurazione dell’aria da polveri e virus
  3. Cantieri senza polvere grazie ai depuratori d’aria

I depuratori d’aria nei cantieri: lavorare senza polvere

Integrazione e alternativa alla protezione davanti alla bocca e ai lavori di pulitura

Contro le spore di muffa e le sostanze nocive, la protezione davanti alla bocca non ha alcun effetto

Nei cantieri c’è molta polvere. In particolare, se ci sono lavori alle fondamenta, lavori di levigatura, di taglio e di fresatura, e nel togliere il vecchio intonaco o le vecchie piastrelle. Spesso, gli operai si aiutano con una protezione davanti alla bocca e devono mettere in conto molto lavoro di pulitura. Molto più efficace e salutare è l’impiego dei depuratori d’aria, che aspirano la polvere prima che si posi sulle superfici e nei polmoni.

Negli ultimi anni, è già stato fatto molto per quanto riguarda la tutela dell’ambiente di lavoro, per quanto riguarda le polveri. Per alcuni lavori nei cantieri, la polvere può essere aspirata direttamente tramite l’aspirazione degli apparecchi stessi, come per esempio nel caso della rettificatrice – cosa che però spesso non basta e necessita di una integrazione. Inoltre, la malta senza polvere riduce le emissioni nell’aria durante l’intonacatura. Ma proprio durante i lavori di ristrutturazione ci sono molte attività durante le quali non è possibile evitare un’elevata emissione di polvere. Quando si smantellano le piastrelle o il vecchio intonaco, durante la demolizione di parti di edifici o durante lavori con l’acciaio, si viene a creare una elevata concentrazione di polvere e polvere fine che viene inalata. L’attuale valore limite per il posto di lavoro, per la polvere E è di 10 mg/m³ e per la polvere A è di 3 mg/m³. Per gli operai è però solo visibile la nube di polvere con polvere E – quindi è tanto più importante che la polvere fine venga filtrata dall’aria il più presto possibile.

In particolare nelle costruzioni vecchie, si aggiunge il problema che la polvere spesso contiene sostanze cancerogene come la polvere di quarzo, la vecchia lana minerale, le polveri del legno duro o le polveri che contengono piombo, oltre a spore di muffa che potrebbero far sviluppare allergie. Contro queste contaminazioni, la semplice protezione davanti alla bocca non ha alcun effetto – neanche l’aspirapolvere, gli stracci per pulire o le scope. I depuratori d’aria della serie TAC invece sì.

Depuratori d’aria professionali – la soluzione contro la polvere E e la polvere A

La BG Bau consiglia l’utilizzo dei depuratori d’aria professionali nei cantieri e ha pubblicato, a tale proposito, delle direttive e una lista di apparecchi raccomandati – i depuratori d’aria della serie TAC della Trotec ne fanno parte. Per i costruttori e gli artigiani, sono disponibili degli apparecchi con quattro diverse dimensioni, che coprono tutti gli utilizzi più comuni nei cantieri: TAC 1500TAC 3000TAC 5000 e TAC 6500. Possono aspirare la polvere in modo preciso, se vengono posizionati vicino al posto di lavoro, oppure possono filtrare l’aria ambientale nel suo insieme. Tutti e quattro sono stati progettati per la classe di polvere H e sono ammessi per la rimozione dell’amianto in conformità con la TRGS 519. Sono quindi la soluzione ideale contro la polvere edile e le emissioni di tutti i tipi. Per controllare la contaminazione dell’aria ambientale e il successo o meno della depurazione, tra l’altro è adatto il contatore di particelle PC200 del programma dei misuratori.

Per ogni contaminazione dell’aria ambientale, il filtro giusto

I depuratori d’aria non solo sono adatti per i cantieri – e questa è una differenza rispetto alla maggior parte degli altri depuratori d’aria – ma vanno bene anche per la depurazione dell’aria negli ambienti con stanze bianche. I diversi dettagli della dotazione rendono il comando particolarmente sicuro ed economico, per esempio l’indicatore ottico e acustico di commutazione per il prefiltro e il filtro principale, il contatore delle ore di funzionamento e il regolatore Monoventic per una regolazione precisa delle diverse quantità d’aria. Grazie ai moduli filtri combinabili in modo flessibile, come i filtri Z-Line G4, i filtri per le particelle sospese H13, le cassette di filtro plissettato F7 o i filtri a tasche F7, è possibile scegliere la catena di filtraggio ottimale per qualsiasi contaminazione dell’aria ambientale.


Cantieri senza polvere grazie all’impiego dei depuratori d’aria

 Dotazione di serie

 disponibile come optional

 non disponibile

Ulteriori esempi di applicazione per la purificazione dell'aria

  • Atti notarili e notifiche durante la pandemia da coronavirus

    La pandemia da coronavirus presenta ai notai sfide completamente nuove. Anche con le più alte incidenze, lo studio del notaio deve restare aperto e accessibile, poiché un gran numero di atti notarili ufficiali svolgono un ruolo cruciale per la società. "Le persone anziane o gravemente malate, ad esempio, possono dipendere dalla preparazione e certificazione a breve termine di testamenti o altre...

    Ulteriori informazioni
  • Sedute terapeutiche durante la pandemia da coronavirus

    Le restrizioni nella vita quotidiana come gli orari di uscita serale, il divieto di contatto, lo smart working obbligato, ma anche la chiusura di scuole, asili e strutture di assistenza – tutto questo ha lasciato il segno nella società. Durante questa pandemia, molti adulti soffrono di disturbi d'ansia, paure esistenziali e depressione. Ma la pandemia ha lasciato il segno anche su bambini e...

    Ulteriori informazioni
  • Soluzione completa HEPA H14 per il mantenimento dell’aria pulita nel rispetto degli elevati requisiti di igiene e di protezione dalle infezioni nei centri di vaccinazione

    Tempi di pandemia, come l’attuale pandemia da coronavirus, richiedono misure e soluzioni tecniche eccezionalmente flessibili per contenere la diffusione dell’agente patogeno Covid-19 SARS-CoV-2. Ridurre al meglio il rischio d’infezione da coronavirus in centri di vaccinazione stazionari e mobili con il depuratore d’aria ad alte prestazioni TAC XT. Con le sue opzioni di attrezzatura combinabili in...

    Ulteriori informazioni
  • Protezione dalle infezioni per uffici ed enti pubblici

    Nella lotta contro la pandemia da coronavirus, il Ministero Federale tedesco del Lavoro e degli Affari Sociali (BMAS) richiede una maggiore implementazione dello smart working. Ma per ragioni aziendali per molte imprese ciò non è possibile. «Quasi il 60% dei dipendenti in Germania non può lavorare da casa», riferisce Marcel Fratzscher, presidente dell’Istituto tedesco per la ricerca economica...

    Ulteriori informazioni
  • Protezione dalle infezioni per tribunali, uffici amministrativi e sale plenarie

    Cosa stanno facendo uffici, autorità, tribunali o uffici amministrativi per restare regolarmente operativi nell'attuale pandemia da coronavirus? Quali soluzioni tecniche di protezione dalle infezioni vengono utilizzate e in che modo, per continuare a svolgere servizi, udienze e processi nelle aule di tribunale e nelle sale plenarie? Il nostro migliore esempio pratico per i tribunali, le autorità...

    Ulteriori informazioni
  • Protezione da infezione nelle scuole e negli istituti di formazione

    Questo può favorire particolarmente la diffusione di malattie infettive come il Covid-19 nelle aule. Mentre i depuratori d'aria ad alte prestazioni e i sistemi di ventilazione adeguati riducono al minimo il rischio di infezione da coronavirus SARS CoV-2 per via aerea, le pareti divisorie in vetro acrilico con bordi protettivi per l'arresto di aerosol sui banchi forniscono una protezione combinata...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente priva di germi in ristoranti e mense

    La chiusura degli esercizi commerciali seguita alla diffusione del coronavirus ha rappresentato una crisi esistenziale per molti, il settore della ristorazione in primis. Le scorte scarseggiano, il tempo stringe e nella speranza segnata dai successivi allentamenti delle misure di contenimento del virus, la questione si concentra sulle adozioni di norme igieniche efficaci per la protezione del...

    Ulteriori informazioni
  • Impianti di condizionamento, ventilatori? No! Depuratori d'aria!

    Da sempre, e non solo dai tempi del coronavirus, si diffondono a macchia d'olio sui social media pericolose pseudo-conoscenze, false informazioni e raccomandazioni sui condizionatori e i depuratori d'aria. Si diffida degli impianti di condizionamento presentandoli come diffusori del virus. Semplici ventilatori vengono decantati come protezione contro gli aerosol infettivi presenti nell'aria. Del...

    Ulteriori informazioni
  • Aria priva di batteri e virus negli asili nido

    Le malattie infettive non sono certo una rarità negli asili, nei servizi di assistenza all'infanzia e in strutture assistenziali analoghe. Oltre alle ben note malattie infantili quali la parotite, il morbillo, la rosolia, la varicella, la pertosse e l'eritema infettivo, anche la diarrea e le infezioni delle vie respiratorie superiori sono molto comuni. Con il virus della SARS-CoV-2 è comparsa...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente priva di batteri e virus nelle scuole

    Un riavvio sostenibile del regolare funzionamento della scuola richiede anche l'adozione di misure igieniche di comprovata efficacia per garantire nelle classi un'aria respirabile che sia priva di virus. Qui, il coronavirus SARS-CoV-2 rappresenta un'enorme sfida per gli insegnanti, il personale di pulizia e i presidi delle scuole. Anche una regolare disinfezione con metodi spray e a strofinamento,...

    Ulteriori informazioni
  • Aria filtrata dai virus in hotel e palazzi dei congressi

    Il settore alberghiero e della ristorazione è particolarmente colpito dall'impatto ancora evidente del coronavirus. Quasi tutti gli hotel sono stati i primi a chiudere e probabilmente saranno quelli che soffriranno più a lungo termine per le conseguenze della pandemia globale. Finché il timore di un'infezione da coronavirus è maggiore dell'abituale comfort offerto da un hotel, molti ospiti...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente priva di germi con il filtraggio antivirus H14 in uffici e spazi pubblici

    Uffici open space, musei, istituzioni ed enti pubblici hanno un problema in comune: nelle aree con un'elevata presenza di persone, c'è sempre il rischio che particelle sospese, allergeni, spore, batteri e virus patogeni si diffondano attraverso l'aria nella stanza. Che si tratti di prolungare la validità della carta d'identità all'ufficio comunale, dell'immatricolazione o della cancellazione di...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente priva di virus in night-club e discoteche

    In molti paesi club e discoteche sono alle prese con le conseguenze della crisi scatenata dal coronavirus. Mentre ristoranti e negozi hanno riaperto, club e discoteche restano ancora parzialmente chiusi – probabilmente anche perché sono spesso visti come potenziali focolai virali. Ed è proprio sotto questo aspetto che sono necessari efficaci piani di adozione di misure igieniche con cui gli...

    Ulteriori informazioni
  • Depuratori d’aria con filtraggio antivirus H14 per palestre e sale terapeutiche

    I gestori di palestre, i fisioterapisti negli studi privati e i massaggiatori conoscono piuttosto bene il problema: a seconda della stagione e della temperatura, l'aria si ferma letteralmente nella sala di allenamento o di trattamento – e questo nonostante il sistema di ventilazione esistente. L'aria che si respira è inoltre carica di particelle sospese, ad esempio polveri, ossidi di azoto e...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente e aria respirabile priva di virus in supermercati, centri del fai da te e locali commerciali

    Nuovi tipi di malattie infettive quali l'influenza A/H5N1 (influenza aviaria) o COVID-19 (coronavirus) si stanno diffondendo in modo irregolare ma costante in tutto il mondo, intervenendo anche drasticamente nei più diversi ambiti della vita pubblica. Mentre molti rivenditori di prodotti non essenziali sono costretti a chiudere in tempi di pandemie altamente contagiose per prevenire la diffusione...

    Ulteriori informazioni
  • Aria priva di virus nei centri della logistica e nelle aree della produzione

    I recenti focolai da coronavirus rilevati nei centri postali o di distribuzione pacchi e nelle diverse aree della lavorazione merci sono una prova impressionante di come i processi produttivi o logistici possano essere radicalmente interrotti se tra il personale si riscontri anche solo una persona infetta e all'interno delle aree di lavoro non siano state prese in precedenza efficaci contromisure...

    Ulteriori informazioni
  • Aria ambiente priva di virus nell'industria della carne

    I focolai da coronavirus rilevati nei mattatoi e nelle diverse aree di lavorazione della carne sono un’evidente avvisaglia di come i processi produttivi e intere imprese possano arrestarsi completamente per via di catene d’infezione, se tra il personale si riscontri anche solo una persona infetta e all’interno delle aree di lavoro non siano state prese in precedenza efficaci contromisure per...

    Ulteriori informazioni
  • Pulitura degli impianti di ventilazione e condizionamento

    Un'aria ambientale pulita sul posto di lavoro e negli edifici pubblici non solo è prescritta per legge, ma contribuisce anche in modo essenziale al benessere quotidiano. La regolare pulitura degli impianti di ventilazione e condizionamento garantisce che l'aria rimanga pulita. Affinché le particelle sospese possano essere filtrate come prescritto, i fornitori di servizi trovano i depuratori d'aria...

    Ulteriori informazioni