1. Applicazioni
  2. Tecnologia di misurazione, termografia
  3. Screening indicativo della febbre in caso di malattie infettive epidemiche

Screening indicativo della febbre in caso di malattie infettive epidemiche

Rilevamento della febbre con termometri a contatto e a infrarossi di Trotec

In tempi di epidemie di malattie infettive, la diagnosi precoce delle persone infette è di particolare importanza. Virus altamente contagiosi come il Norovirus, il SARS-CoV-2 (Corona) o l'H5N1 (influenza aviaria) non conoscono porte chiuse, confini nazionali o altre restrizioni di accesso. In caso di pandemia, gli agenti patogeni si diffondono in tutto il mondo e la misura più importante per contenerli è quella di interrompere le catene di infezione in una fase precoce, identificando e isolando le persone infette. Soprattutto in aeroporti, stadi, centri commerciali, ma anche scuole e università viene richiesto di contenere l'ulteriore diffusione di una malattia infettiva acuta con uno sforzo ragionevole a causa della loro elevata frequenza di passanti e persone.

Lo screening della febbre aiuta nella ricerca di persone infette

Un indicatore importante per la diagnosi precoce di persone già malate è una temperatura corporea febbrile elevata. Pertanto, in tempi di epidemie virali dilaganti, lo screening della febbre senza contatto viene effettuato in molti luoghi per identificare le persone infette in modo rapido e affidabile a causa della loro elevata temperatura corporea, anche in presenza di grandi folle. Trotec offre una vasta gamma di dispositivi di misura con diversi punti focali per questa scansione senza contatto. Ad esempio, la termocamera XC300 o la termocamera XC600 per rendere visibili le persone potenzialmente malate anche in presenza di grandi folle. Tuttavia, le termocamere professionali richiedono anche determinati investimenti, che sono certamente disponibili per l'uso quotidiano negli aeroporti, ma spesso non per l'uso temporaneo sul posto di lavoro o nel settore degli eventi.

Termometri a infrarossi - l'alternativa economica per impieghi di misurazione temporanei

I pratici pirometri industriali di Trotec sono un altro metodo per la misurazione senza contatto della temperatura della pelle. Soprattutto in considerazione del fatto che i termometri a infrarossi senza contatto per la diagnostica umana sono spesso difficili da reperire o disponibili solo a prezzi relativamente alti in tempi di crisi. Inoltre, i termometri industriali hanno di norma un intervallo di misurazione nettamente più ampio che fa di loro un utile strumento sul lavoro e nella vita quotidiana senza limitarsi al solo screening della temperatura sull’uomo.

Risultati di misurazione rapidi in tempi di crisi

Poiché lo screening della febbre in tempi di crisi ha lo scopo primario di rendere visibili i casi sospetti con un aumentato rischio di infezione in una fase precoce e il calcolo medico corretto della cosiddetta temperatura interna del corpo passa in secondo piano, i termometri a infrarossi di Trotec possono essere utilizzati anche a scopo preventivo.

Risultati di misurazione precisi al lavoro e nella vita quotidiana

I dispositivi di misurazione come il termometro a infrarossi BP21 o il pirometro BP25 utilizzano una procedura di misurazione quasi identica a quella dei termometri a infrarossi approvati a livello medico e forniscono risultati di misurazione relativamente precisi. Con una differenza sostanziale: i termometri industriali a infrarossi infatti trasmettono solo la temperatura della superficie analizzata senza fattori di correzione, quindi ad esempio la superficie della fronte ma non la temperatura interna del corpo come invece accade con gli appositi misuratori di febbre professionali. Questi funzionano mediante speciali algoritmi di calcolo e all’interno di un intervallo di misurazione della temperatura limitato che supera di poco la temperatura massima del corpo e pertanto il loro utilizzo non è adatto al di fuori di questo intervallo di misurazione (ca. 34 - 42 °C).

Lo screening della temperatura senza contatto avviene normalmente sulla fronte. Tuttavia la temperatura della fronte è soggetta a oscillazioni e dipende da fattori quali l'età, la corporatura, le condizioni ambientali e lo stato di attività della persona in questione. Se ad esempio si sta sudando per uno sforzo, il calore latente di evaporazione falsifica il risultato ottenuto in misura maggiore rispetto a quando non si sta sudando. Se si passa da un ambiente freddo ad uno più caldo, la fronte resta per qualche tempo più fredda del normale. Questa differenza può consistere anche in più gradi Celsius. Al contrario, la temperatura interna del corpo non cambia e resta pressoché costante. Anche un colore della pelle chiaro può portare a risultati di misurazione diversi da quelli di una pelle più scura.

Non esiste dunque una semplice conversione, né un fattore con cui convertire la temperatura superficiale misurata, ovvero la temperatura esterna del corpo, in temperatura interna del corpo.

Nonostante queste differenze nella rilevazione dei valori di misurazione, anche con i pirometri industriali, tenendo conto di alcuni punti, è possibile fare affermazioni comprensibili sulla temperatura del nucleo del corpo.

Indipendentemente dal fatto che venga utilizzato in aree di sicurezza, sul posto di lavoro, nell'ambiente privato o per il controllo degli accessi: prima di utilizzare un pirometro industriale, le misurazioni di riferimento devono sempre essere effettuate con un termometro febbre convenzionale.

Qualunque sia la procedura di misurazione di riferimento per cui optate tra le due elencate di seguito, è importante ricordare che il processo descritto deve essere eseguito per ogni dispositivo e che i risultati non possono essere applicati a tutti i misuratori poiché ognuno di essi presenta errori di misurazione e imprecisioni proprie.


Possibilità di rilevamento dei valori di riferimento

Procedura 1: Determinazione della differenza di temperatura

  1. Utilizzando un apposito termometro febbre determinare la reale temperatura interna del corpo su diversi soggetti di test di età differenti e parallelamente effettuare diverse misurazioni della temperatura sulla fronte di ogni soggetto di test con il pirometro. La fronte deve essere asciutta. Tenere una distanza compresa tra 5 e 10 cm tra misuratore e fronte. Non permettere alcun contatto diretto tra fronte e strumento di misurazione onde evitare infezioni crociate. Durante la misurazione mantenere il pirometro fermo e attendere finché il valore di misurazione non si sarà stabilizzato.

  2. Calcolare la media tra tutti i valori di misurazione. Se ad es. la temperatura misurata con il termometro febbre è 36,5 °C e quella misurata con il pirometro è in media 35,0 °C si può giungere alla conclusione che la temperatura misurata dal pirometro è in media di circa 1,5 °C inferiore a quella della temperatura corporea interna.

  3. Se nel dispositivo è possibile impostare un valore limite di allarme e se si considera ad esempio 38 °C come limite di reazione per una temperatura elevata, sul dispositivo occorrerà impostare come valore di allarme "36,5 °C".

Procedura 2: Determinazione di un grado di emissione correttivo

  1. Utilizzando un apposito termometro febbre determinare la reale temperatura interna del corpo su diversi soggetti di test di età differenti e parallelamente effettuare diverse misurazioni della temperatura sulla fronte di ogni soggetto di test con il pirometro. Nel fare ciò assicurarsi che la fronte sia asciutta. Tenere una distanza compresa tra 5 e 10 cm tra misuratore e fronte. Non permettere alcun contatto diretto tra fronte e strumento di misurazione onde evitare infezioni crociate. Durante la misurazione mantenere il pirometro fermo e attendere finché il valore di misurazione non si sarà stabilizzato.

  2. Calcolare la media tra tutti i valori di misurazione. Se il pirometro dispone della possibilità di modificare il grado di emissione, adattare questo valore in modo che alla successiva misurazione della temperatura della fronte di ogni soggetto di test, il pirometro fornisca lo stesso valore rilevato dal termometro febbre.

  3. Se nel dispositivo è possibile impostare un valore limite di allarme e se si considera ad esempio 38 °C come limite di reazione per una temperatura interna del corpo elevata, sul dispositivo occorrerà impostare come valore di allarme "38 °C".

I limiti di allarme programmabili automatizzano lo screening

Con pirometri come il BP17, le temperature di riferimento e i limiti di tolleranza di 1 °C, 3 °C o 5 °C possono essere impostati in anticipo. Se la temperatura determinata prima durante l'automisurazione è impostata come limite di reazione e il valore della temperatura misurato non rientra nei limiti, questo viene indicato tramite colori sul display e viene emesso un segnale acustico.

Tutti i vantaggi di una misurazione pirometrica in breve:

  • Screening della febbre senza contatto
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Allarme acustico e visivo in caso di superamento/mancato raggiungimento di una differenza di temperatura preselezionabile (in base al modello)

Nota: La misurazione pirometrica può essere considerata solo uno screening indicativo e sostituisce le misurazioni di temperatura non idonee con dispositivi di misurazione medica appositamente progettati.

Saremo lieti di consigliarvi sulle possibilità di screening della febbre

Il servizio clienti Trotec è a vostra disposizione per rispondere a domande sul tema “tecniche di misurazione”. Gli esperti in tema di misurazione della temperatura in tutti i settori sono a vostra disposizione al numero +39 045 6200-905 o via e-mail: info-it@trotec.com.

Saremo lieti di offrirvi assistenza.

  • Screening indicativo della febbre in caso di malattie infettive epidemiche

    In tempi di epidemie di malattie infettive, la diagnosi precoce delle persone infette è di particolare importanza. Virus altamente contagiosi come il Norovirus, il SARS-CoV-2 (Corona) o l'H5N1 (influenza aviaria) non conoscono porte chiuse, confini nazionali o altre restrizioni di accesso. In caso di pandemia, gli agenti patogeni si diffondono in tutto il mondo e la misura più importante per...

    Ulteriori informazioni
  • Osservazione degli animali selvatici

    Accanto a un cannocchiale, per l’osservazione degli animali servatici serve soprattutto una cosa nell’attrezzatura: una termocamera. Con l’ausilio delle immagini a infrarossi, gli animali possono essere rintracciati anche con una scarsa visibilità e con la completa oscurità. Trotec offre con le termocamere della Serie IC dei dispositivi affidabili per l’osservazione. Maneggevoli, precise e...

    Ulteriori informazioni
  • Check-up degli alberi

    Per la sicurezza nei parchi, sulle strade e nei boschi sono responsabili i proprietari o l'amministrazione pubblica, che si devono occupare della zona. Fa parte dell'obbligo di sicurezza della viabilità anche saper valutare in modo professionale la condizione di salute degli alberi, per poter adottare gli eventuali provvedimenti per curarli. Se viene constatato che un albero sta morendo, è...

    Ulteriori informazioni
  • Termografia dei cavalli

    Il cavallo è tra gli animali più amati in Germania. Ma i costi di un trattamento possono essere molto elevati se il cavallo si ammala o si procura una lesione acuta. Quanto più tardi viene riconosciuto un peggioramento fisico, più lungo e costoso diventerà il processo di guarigione. Quindi, sempre più spesso viene presa in considerazione la termografia come profilassi, diagnostica degli stati...

    Ulteriori informazioni
  • Localizzazione degli incendi con le telecamere a termoimmagini

    Esistono molte ragioni per cui le squadre dei vigili del fuoco dovrebbero portare con se una telecamera a termoimmagini durante un intervento su un incendio: Accanto alla localizzazione degli abitanti in un edificio pieno di fumo o degli uomini dispersi in un intervento, con una telecamera a termoimmagini lo spegnimento di un incendio può essere fatto in modo più mirato ed efficace. Prima si...

    Ulteriori informazioni
  • Esercitazione antincendio dei vigili del fuoco

    Un equipaggiamento intatto e la routine nelle procedure è ciò che contraddistingue i bravi vigili del fuoco. Solo se i vigili del fuoco sanno al cento per cento come devono procedere in quale condizione, possono combattere in modo efficace gli incendi ed eventualmente salvare addirittura vite umane. Per questo vengono eseguite regolarmente delle esercitazioni antincendio. Che devono svolgersi in...

    Ulteriori informazioni
  • Termografia a infrarossi per la difesa dei confini

    La sorveglianza dei rifugi e dei confini è un incarico di responsabilità. Perché qui tutto gira intorno alla sicurezza. Compito delle guardie di confine è quello di rintracciare i non autorizzati e fermarli. Visto che gli intrusi si affidano principalmente alle pessime condizioni di visibilità, le guardie di confine devono essere ben attrezzate soprattutto di notte e con la nebbia fitta....

    Ulteriori informazioni
  • Termografia a infrarossi durante la produzione di acciaio

    Lì dove è richiesta una prestazione forte, viene impiegato l'acciaio: nella costruzione degli impianti e delle macchine, nell'industria automobilistica o anche nella costruzione delle ferrovie e dei relativi accessori. La domanda di acciaio aumenta costantemente. Ma affinché i produttori dei prodotti in cui viene lavorato l'acciaio possano offrire la migliore qualità, le richieste poste...

    Ulteriori informazioni
  • Termografia a infrarossi nell'allevamento di animali

    Le telecamere a termoimmagini sono state collaudate già da alcuni anni nell’allevamento industriale di bovini, suini, pecore, capre e pollame. Rappresentano un metodo di misurazione della temperatura a basso costo e molto tempestivo, che trasmette all’allevatore e al veterinario dei dati importanti in merito alle condizioni dell’animale da riproduzione. Presso la Trotec trovate un’ampia scelta di...

    Ulteriori informazioni
  • Controllo della tenuta dei giubbotti di salvataggio e dell'abbigliamento di sopravvivenza

    Durante il controllo della tenuta dell'abbigliamento di sopravvivenza, dei giubbotti di salvataggio, dell'equipaggiamento da sub e degli indumenti protettivi, è necessario che ci sia il 100 percento di sicurezza, perché meno significa: nessuna protezione. Per questa ragione, le società di collaudo specializzate nell'ispezione di questi indumenti protettivi si affidano ai misuratori sicuri che...

    Ulteriori informazioni
  • Elettrotermografia

    In quale stato si trovano le condutture di corrente che sono nascoste in una parete o in un apparecchio? Il rivestimento di plastica è già fragile? Ci sono degli errori negli allacci? Se il cavo di corrente o l’allaccio sta per staccarsi o l’isolamento sta per rompersi, il prossimo passo a un danno più grande non è grande. Per impedire un incendio dei cavi e il guasto del sistema elettrico, questi...

    Ulteriori informazioni
  • Termografia nella centrale idrica

    I clienti di un rifornitore d’acqua dipendono da un funzionamento continuo. E il rifornitore garantisce una prestazione di servizio senza interruzioni. Affinché i problemi tecnici possano essere localizzati il più velocemente possibile e l’intervento della squadra di manutenzione possa svolgersi in modo possibilmente efficiente, per il controllo dell’elettronica vengono impiegate le termocamere....

    Ulteriori informazioni
  • Termografia nelle centrali eoliche

    Le pale del rotore, nella centrale eolica, trasformano l’energia eolica in energia elettrica. Visto che gli elementi costruttivi prodotti da compositi vengono sottoposti a enormi sollecitazioni, sia durante la produzione che durante il funzionamento, devono essere in condizioni perfette per poter essere solidi. Il produttore e anche il gestore di una turbina eolica, con l’aiuto di una termografia...

    Ulteriori informazioni
  • Controllo degli impianti fotovoltaici

    Gli impianti fotovoltaici devono trovarsi in condizioni ottimali, in modo che i privati e i clienti che ne traggono un vantaggio, possano essere riforniti al meglio. Qui devono essere perfetti non solo le pianificazioni e l’installazione. Anche il controllo delle cellule solari e dell’intero impianto è indispensabile. Le imperfezioni o addirittura i difetti possono essere rintracciati senza...

    Ulteriori informazioni
  • Localizzazione nell'acqua

    Una buona vista in alto mare è estremamente importante, specialmente di notte. Questo lo sa ogni battelliere che è già stato almeno una volta in giro in barca con l'oscurità. I marinai amatoriali e le squadre di salvataggio, che desiderano condurre le loro navi in modo sicuro verso la loro destinazione e che devono localizzare le altre barche e le persone presenti in acqua, si affidano alla...

    Ulteriori informazioni
  • Localizzazione dei danni agli alloggiamenti e delle crepe sulle ruote

    Il LD6000 è un set di analisi delle frequenze per la localizzazione acustica delle condutture. L’apparecchio può però fare molto di più per i tecnici della sicurezza nel settore ferroviario: Per esempio, potete rilevare i danni agli alloggiamenti sulle ruote. Questo procedimento efficace si chiama «Tecnica acustica»

    Ulteriori informazioni
  • Ricerca chiazze di petrolio

    Se una chiazza di olio raggiunge la costa, il danno diventa particolarmente grande. Intere popolazioni di animali sono minacciate e la flora viene distrutta. A seconda della dimensione, si può parlare addirittura di marea nera. Quindi, gli ambientalisti e le squadre di soccorso lavorano sempre al massimo per individuare l’olio il più presto possibile ed eliminarlo. E quando le condizioni di...

    Ulteriori informazioni
  • Documentari sugli animali

    Come cacciano i leoni di notte, nel deserto? Dove si è nascosta una anaconda? Dove scappano le antilopi, se si spaventano al buio? I cineasti sono in grado di rispondere a questa e a molte altre domande degli spettatori, grazie alla tecnica più moderna. Perché proprio nei documentari sugli animali ci si appassiona sempre più all'utilizzo delle telecamere a termoimmagini. Le riprese dettagliate...

    Ulteriori informazioni
  • Lampade UV per il SelectaDNA negli interventi della polizia

    La polizia da anni consiglia insistentemente di marcare gli oggetti di valore con il DNA sintetico come il SelectaDNA. Nel caso dovesse verificarsi un furto, la refurtiva marcata in questo modo può essere velocemente ricondotta al suo proprietario. Inoltre, gli adesivi con l'indicazione del DNA sintetico fungono da deterrente per gli scassinatori. La percentuale di furti con scasso diminuisce, la...

    Ulteriori informazioni
  • Controllo dell'impianto

    Esattamente come un'autovettura, l'impianto fotovoltaico posizionato sul tetto è esposto a condizioni estreme: il sole, la pioggia, la neve, le tempeste e le variazioni della temperatura lasciano le loro tracce e mettono a dura prova il materiale e il montaggio. Mentre l'auto viene controllata regolarmente quando si fa il tagliando, all'impianto fotovoltaico si richiede un funzionamento perfetto...

    Ulteriori informazioni
  • Termografia a infrarossi dell'impianto

    Le telecamere a infrarossi altamente sensibili della serie IC085LV e IC125LV della Trotec si qualificano per l'utilizzo durante l'ispezione termografica degli impianti fotovoltaici, grazie alle loro caratteristiche eccezionali. Qui trovate una sintesi di tutte le caratteristiche rilevanti delle telecamere a infrarossi della serie IC.

    Ulteriori informazioni
  • Controllo dell'impianto come prestazione di servizio

    Siete un installatore solare, un ingegnere elettrotecnico o un elettrotecnico? La Trotec Vi offre un equipaggiamento professionale per il controllo dei tetti e degli impianti fotovoltaici. Così Vi assicurate – e offrite ai Vostri clienti un servizio in più.

    Ulteriori informazioni
  • Protezione antincendio con la tecnica di misurazione

    La Trotec Vi offre la tecnica di misurazione più moderna per il controllo degli impianti fotovoltaici: Le telecamere a infrarossi, che sono regolate esattamente sulle particolarità degli impianti fotovoltaici. Misuratori per la localizzazione delle perdite sul tetto prima dell'installazione di un impianto fotovoltaico – per poter escludere i possibili difetti consequenziali sull'impianto. E...

    Ulteriori informazioni
  • Diagnosi errori

    Quando un impianto fotovoltaico lavora solo con una potenza limitata, la rendita attesa viene velocemente a mancare. Già piccoli errori nei moduli, nei collegamenti o nell'impianto elettrico possono portare a disturbi nella potenza dell'impianto fotovoltaico. L'investimento costoso sul tetto dovrebbe quindi essere controllato subito dopo il montaggio e regolarmente ogni due anni circa, affinché...

    Ulteriori informazioni